Modelli in memoria

Un modello di finestra di dialogo in memoria costituito da un'intestazione che descrive la finestra di dialogo, seguito da uno o pi altri blocchi di dati che descrivono ciascuno dei controlli nella finestra di dialogo. Il modello pu utilizzare il formato standard o il formato esteso. In un modello standard, l'intestazione una struttura DLGTEMPLATE seguita da ulteriori matrici a lunghezza variabile. I dati per ciascun controllo costituito da una struttura DLGITEMTEMPLATE seguita da ulteriori matrici a lunghezza variabile. In un modello di casella di dialogo esteso l'intestazione utilizza il formato DLGTEMPLATEEX e le definizioni di controllo utilizzano il formato DLGITEMTEMPLATEEX.

Per distinguere tra un modello standard e un modello esteso, controllare i primi 16-bit di un modello di finestra di dialogo. In un modello esteso, la prima parola 0xFFFF; qualsiasi altro valore indica un modello standard.

Se si crea un modello di dialogo nella memoria, necessario accertarsi che il ciascuno del controllo della DLGITEMTEMPLATE o DLGITEMTEMPLATEEX le definizioni sono allineati secondo limiti DWORD . Inoltre, i dati di creazione che segue una definizione di controllo devono essere allineati su un confine DWORD . Tutte le altre matrici di lunghezza variabile in un modello di finestra di dialogo devono essere allineati secondo limiti a WORD.

Il modello di intestazione

In entrambi i standard ed estesi modelli per finestre di dialogo, l'intestazione include le seguenti informazioni generali:

In un modello esteso, l'intestazione DLGTEMPLATEEX specifica anche le seguenti informazioni aggiuntive:

Le definizioni di controllo

Seguendo il modello di intestazione una o pi definizioni di controllo che descrivono i controlli nella finestra di dialogo. In entrambi i modelli standard e prolungati, l'intestazione della finestra di dialogo contiene un membro che indica il numero di definizioni di controllo nel modello. In un modello standard, ogni definizione di controllo costituito da una struttura DLGITEMTEMPLATE seguita da ulteriori matrici a lunghezza variabile. In un modello esteso, le definizioni di controllo utilizzano il formato DLGITEMTEMPLATEEX.

In entrambi i modelli standard e prolungati, la definizione di controllo include le seguenti informazioni:

In un modello esteso, la definizione di controllo anche specifica un identificatore di contesto della guida che identifica il controllo quando il sistema invia un WM_HELP messaggio.

Rimedio: Inserire il CD-ROM CD di MSDN Library.

Index